Indice del forum
PanGURPS e Steamfantasy: Forum dedicato a Gurps, ai Giochi di Ruolo ed al Fantasy
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati   ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 
Gli Assissini di GURPS

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Umorismo
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Edmund Annibal Coockhob
Bevitore di Gurps
Bevitore di Gurps


Messaggi: 82

GdR Preferito: GURPS
Sesso: Maschio
MessaggioInviato: Mer Mar 31, 2010 20:32    Oggetto: Gli Assissini di GURPS Rispondi citando

I GIOCATORI VENGONO DA MARTE E I GAME MASTER DA SPATURNO
"Certa gente fa CADERE le palle con la sua combo di clueless e overconfidence."
-Il Duca

Il testo che sto per postarvi esiste da lungo tempo su un altro forum, conscio che tutto ciò che ho detto potrà essere usato contro di me vi offro quello che potrebbe essere un dono d'addio.

Homo Ludens
Giocatore di ruolo esistono molte sottospecie di questa fauna gidierristica. (per comodità dei lettori riferirò tutti gli esempi al GURPS prima edizione.

Cominceremo il nostro excursus nel mondo animale con:

L’Homo Ludens Ferox

Caratteristiche preferite: la Destrezza.
Vantaggi: l’Homo Ludens Ferox predilige i vantaggi fisici e quelli spirituali.
Svantaggi: l’Homo Ludens Ferox predilige gli svantaggi mentali e sociali.
Abilità: l’Homo Ludens Ferox predilige le abilità di combattimento e quelle spionistiche, apprende altre abilità esterne a questa categoria solo in due casi: 1) servono come prerequisito per abilità che ambisce 2) servono a massimizzare le abilità che già possiede.

I personaggi dell’Homo Ludens Ferox sono sempre carnivori e solitari, hanno un ciclo d’attività preferibilmente notturno; esistono varietà nomadi e stanziali entrambe molto aggressive.
I personaggi interpretati dall’Homo Ludens Ferox preferiscono usare l’equipaggiamento dei nemici uccisi piuttosto che comprarlo (un significativo esponente di questa specie soleva vantarsi di non aver mai comprato niente in vita sua); non si sa da cosa derivi questo comportamento alcuni studiosi del comportamento animale ritengono che indossare le spoglie dei nemici serva al Ferox per segnalare visivamente la sua presenza e pericolosità agli altri membri della propria specie; altri etologi ritengono che le origini di tali comportamenti si trovino nei (misteriosi) rituali di corteggiamento dei Ferox.
Il Ferox non emette richiami caratteristici perché questi interferirebbero con i loro tentativi di sorprendere le loro vittime; inoltre, alcuni Ferox sono incapaci di qualunque forma di comunicazione, sempre che la scelta delle spoglie da indossare e i diversi stili e tecniche di combattimento non vengano considerate forme di comunicazione.
Raramente un Ferox si evolve di solito diventa un Homo Ludens Optimus Massimus (Power Player) o un Homo Ludens Obscurus.


Homo Ludens Optimus Massimus (volgarmente detto Power Player).

L’Homo Ludens Optimus Massimus vuole avere le caratteristiche migliori, i vantaggi più sgravati (con una propensione per quelli sconsigliati o proibiti nell’ambientazione in cui gioca) e le abilità più utili e cool (non si abbasserà mai a imparare le abilità usare spada se potrà prendere scherma o usare katana) e inoltre…
Vuole avere l’equipaggiamento migliore dal punto di vista, tecnologico, magico e artistico.
L’Homo Ludens Optimus Massimus vuole, esige e pretende che il suo personaggio appena creato sia almeno il più forte e il più figo di tutta la campagna (nelle sessioni successive si dedicherà a mandare a pallino l’ambientazione).

Contrariamente all’opinione diffusa l’Homo Ludens Optimus Massimus riesce a sopravvivere e a prosperare solo in ambienti a lui favorevoli, in tutti gli altri habitat inevitabilmente incorre in:
O perdita di superpoteri\ ricchezze\equipaggiamento\status sociale,
O morte reiterata dei suoi personaggi,
O ostracismo degli altri giocatori,
O espulsione del gruppo di gioco.

I personaggi dell’Homo Ludens Optimus Massimus hanno un rapporto parassitico con l’ambientazione in cui vivono: se lasciati liberi di dilagare la smontano e la ricostruiscono pezzo per pezzo, fatto ciò subentra la noia e a quel punto l’Homo Ludens Optimus Massimus parte alla ricerca di una nuova ambientazione in cui “giocare”.

Il verso caratteristico dell’Homo Ludens Optimus Massimus è “Perché?! Come perché?! Perché sono io: io posso.”. Quando l’Homo Ludens Optimus Massimus è in calore emette un canto melodioso con cui celebra la grandezza e le imprese del suo personaggio.

L’Homo Ludens Obscurus
Caratteristiche preferite: l'Intelligenza (ma in corso d'opera si alza sempre DES e COS).
Vantaggi: predilige i vantaggi percettivi e quelli sociali.
Svantaggi: dipende.
Abilità: sociali e spionistiche.
L’Homo Ludens Obscurus trama in silenzio per l’intera sessione, mentre il suo cervello macina ( e macina e macina) tutti i futuri possibili.
Per preparare una spedizione un Obscuro impiega tempi pressoché geologici ma una volta ultimati i preparativi benché avanzi con lentezza esasperante è assolutamente implacabile: avendo egli previsto tutto dagli attacchi dei draghi a quelli delle zanzare solo la vera sfiga o un master ben determinato può fermare una carovana che ha seguito i consigli di un Obscurus.
I piani a lungo termine di un Obscurus sono sempre così contorti che il Narratore, gli altri PG e i PNG avversari non riescono mai a prevederli; ma tutto questo ha un prezzo affinché l’Obscurus possa realizzare i suoi obbiettivi devono succedere almeno una decina di eventi chiave (quasi sempre irrealizzabili) in ordine prestabilito. Se e quando non accade esattamente ciò che l’Obscurus si aspetta, egli cade nell’ombra della sua mente risucchiato in un vortice senza fine trascinando con se parte della campagna. Alcuni master trovano esilarati i collassi provocati da un Obscurus, tutti gli altri contengono gli Obscuri blandendoli o reprimendoli.
La metà dei giocatori disprezza o odia l’Obscurus per il suo modo di fare vigliacco e saputo a un tempo, tuttavia anche loro a volte lo consultano come un oracolo.

L’Homo Ludens Atrox
Caratteristiche preferite: la DES.
Vantaggi: l’Homo Ludens Atrox ha sempre attitudine alla magia.
Svantaggi: l’Homo Ludens Atrox predilige gli svantaggi fisici.
Abilità: il piatto principale sono le abilità sociali condite con abilità spionistiche e incantesimi, ha sempre immancabilmente l’abilità usare pugnale.

I personaggi dell’Homo Ludens Atrox sono sempre carnivori e solitari, sono ma sono attivi a qualunque ora del giorno e della notte; esistono varietà nomadi e stanziali entrambe seguite da un codazzo di fanatici seguaci sbavanti. Apparentemente i personaggi interpretati dall’Homo Ludens Atrox esistono solo per scatenare pantagrueliche orge di violenza granguignolesca. Se i personaggi del Ferox sono dei pericolosi assassini sociopatici isolati, i personaggi dell’Atrox e il suo immancabile codazzo di PNG psicopatici e assetati di sangue sono la vera armata del male.
Il tipico personaggio di un Atrox non si accontenta solo di ammazzare tutto ciò che respira e di spaccare tutto ciò che si muove (se no sarebbe un Ferox) ma vuole anche farlo nel modo più raccappricciante possibile: è per questo che si prende sempre attitudine alla magia, però se la campagna fosse fantascientifica farebbe lo scienziato pazzo o il cyborg psicotico senza fiatare (mentre l’Homo Ludens Optimus Massimus implorerebbe il Narratore di fare il cavaliere Jedi)
L’Atrox ama l’attitudine alla magia perché solo con lei può zombificare gli avversari che ha ammazzato, farli divorare da sciami d’insetti, far annegare nel loro stesso sangue le persone che gli stanno antipatiche e così via. Per quanto riguarda i seguaci fantatici si può dire questo: i seguaci sono per l’Atrox una risposta alla sua esigenza di scatenare terrore, morte e distruzione nell’area più ampia possibile.

L’Atrox non è interessato a scipparsi l’ambientazione come un Homo Ludens Optimus Massimus ma se lasciato dilagare può essere altrettanto devastante; in definitiva però l’Atrox è più docile del Optimus Massimus perché prima o poi tutti i personaggi dell’Atrox sentono l’irresistibile impulso di degradarsi adulando una qualche entità oscura cosa che permette al Narratore di manipolarlo quasi come se fosse un PNG.

Tra le entità comunemente adorate dai personaggi degli Atrox ricordiamo: il Diavolo, Sam il cane del vicino di casa, Hitler, il Grande Cthulu e Saddam (non il dittatore irakeno ma l’omonimo scimpanzé serial killer abbattuto nelle foreste Ugandesi).

L’Homo Ludens Larvalis
ATTENZIONE NON SI TRATTA DI UN DILETTANTE IL LARVALIS CONTINUA A COMPORTARSI COME SOTTO PER ANNI E ANNI.

Caratteristiche preferite: nessuna in particolare.
Vantaggi: l’Homo Ludens Larvalis prende quello che gli danno o che gli consigliano.
Svantaggi: l’Homo Ludens Larvalis prende quello che gli danno o che gli consigliano.
Abilità: l’Homo Ludens Larvalis predilige i personaggi prefabricati (se il master si rifiuta di crearli va a implorare un altro giocatore) e impara le abilità che trova per strada.

I personaggi dell’Homo Ludens Larvalis sono stanziali ma seguono volentieri gli altri ludens durante le loro migrazioni. Non hanno un ciclo d’attività proprio ma s’adeguano a quello adottato dai membri del branco. Se incontrato da solo è un animale pacifico.
Durante la sessione il larvalis (non il suo personaggio) è simile a un vegetale in piena fotosintesi: sta li zitto e fermo, respira e a volte beve mentre unghie e secrezioni pilifere coninuano a crescere suo malgrado. Il personaggio del Larvalis gira a seguito del gruppo accontentadosi di essere una parte del tutto. Spesso il Narratore si dimentica della sua esistenza così in definitiva non gli capita mai niente di particolarmente piacevole o spiacevole. Il larvalis è molto popolare tra gli altri ludens per la sua docilità (in pratica permette di avere un alleato affidabile senza spendere un solo punto personaggio):
O I Ferox e gli Insanis lo trovano talmente insignificante che si dimenticano di ucciderlo;
O gli Atrox lo usano come assistente gobbo (stile Aigor) o al limite lo arruolano nel loro battaglione di zombi psicopatici (senza prendersi il disturbo di ucciderlo e zombificarlo);
O gli Optimi Massimi lo apprezzano come spalla (con un Larvalis al fianco si sentono più cool, stylosi e dinamici che mai);
O Obscurii e i Numerosi lo sfruttano volentieri come bestia da soma o carne da cannone da usare nei momenti disperati.

Homo Ludens Numerosus
Caratteristiche preferite: tende a tenerle basse, soprattutto la FOR (in fondo il Numerosus non fa un tubo, si limita a dare degli ordini).
Vantaggi: quelli sociali soprattutto gli alleati, i patroni e i contatti sempre abbinati a uno o due vantaggi che massimizzano le loro abilità sociali (carisma, aspetto, voce, memoria, empatia).
Svantaggi: preferisce prenderne tanti, piccoli e blandi che non compromettano le sue azioni sociali.
Abilità: alla creazione del PG si concentra su quelle sociali, poi più avanti spazia attingendo da quelle dei suoi conoscienti che usa come librerie.

L’Homo Ludens Numerosus frequenta tutti i sistemi di gioco ma predilige solo quelli come i giochi della WW e il GURPS che hanno regole precise sulla gestione dei seguaci… Per un ottimo motivo: negli altri Gdr di solito quando provano a custruire le loro reti oppure fanno fare tutto ai PNG il Narratore s’incazza come una pantera e ben presto glielo mette nella giacca.
Viene spesso scambiato per un Homo Ludens Optimus Massimus e per questo la maggior parte degli Homini Loquaci lo considerano il pericolo pubblico numero uno (o numero due se il tavolo è frequentato anche da un Power Player).
Va molto d’accordo con i Larvali e gli Obscuri: questi ultimi non amano apparire ma essendo carenti sul piano sociale hanno un disperato bisogno dell’aiuto del Numerosus.
Il Nemico naturale dell’ Homo Ludens Numerosus è l’Homo Ludens Optimus Massimus che lo considera un pericoloso rivale (a parità di età e punti esperienza i personaggi del Numerosus sono spesso più: belli, ricchi, carismatici, socialmente elevati e raccomandati di quelli dell’Optimus Massimus).

Homo Ludens Simplex (detto volgarmente Massimizzatore o Uomo Combo)

Caratteristiche preferite: quelle che tornano utili all’area di competenza del suo personaggio.
Vantaggi: quelli che catalizzano l’area di competenza del suo personaggio.
Svantaggi: di sua spontanea volontà non prende mai svantaggi che ostacolano l’area di competenza del suo personaggio.
Abilità: sono privilegiate quelle che rientrano nell’area di competenza del suo personaggio, tutte le altre vengono prese in funzione delle prime.

Alcuni esempi

GUERRIERO
Caratteristiche preferite: FOR per i danni, DES per colpire, COS per resistere ai danni.
Vantaggi: fisici (+affinità animale che permette di addestrare cani e cavalli da guerra senza avere l’intelligenza alta).
Svantaggi: mentali.
Abilità: atletiche, combattimento, animali.

LADRO
Caratteristiche preferite: DES e INT (per far funzionare le abilità spionistiche).
Vantaggi: fisici (+affinità animale che permette di addestrare cani e cavalli da guerra senza avere l’intelligenza alta).
Svantaggi: qualche cazzatina sociale (tipo inferiorità sociale) e qualche grave svantaggio mentale furia omicida e animo sanguinario sono molto apprezzati dai dilettanti, quelli più smaliziati però preferiscono non avere svantaggi.
Abilità: spionistiche + rissa e usare pugnale.

MAGO
Caratteristiche preferite: INT.
Vantaggi: mentali.
Svantaggi: qualche cazzatina fisica (tipo magrezza, e albinismo) e qualche cazzatina di svantaggio sociale (tipo reputazione –1 o –2, inferiorità sociale).
Abilità: magiche e prerequisiti profani.

SACERDOTE
Caratteristiche preferite: INT.
Vantaggi: sociali e mentali.
Svantaggi: qualche cazzatina fisica (tipo magrezza, e albinismo) e qualche cazzatina di svantaggio mentale appropriata alla sua divinità.
Abilità: sociali e secondariamente magiche e prerequisiti profani.

L’homo ludens simplex e il suo personaggio sono privi di personalità. Considerano la scheda un semplice mucchio di statistiche. Dopo poche ore di gioco (o minuti di lettura se dispone del manuale) l’Homo Ludens Simplex ha imparato le regole del gioco. Egli risolve un complesso sistema d’equazioni non lineari trascendenti, memorizza i dati peggio di Pico della Mirandola e alla fine conosce con esattezza le combinazioni di caratteristiche, vantaggi, svantaggi, abilità ed equipaggiamento più forte di tutta la campagna.
Anche se i Narratori inesperti a volte scambiano l’Homo Ludens Simplex per Power Player quest'ultimo non presenta le tendenze declamatorie dell’Homo Ludens Optimus Massimus e quando il suo personaggio muore non perde tempo in esequie funebri ma subito comincia a chiedersi come può migliorare il prossimo personaggio; insomma se i personaggi dell’optimus Massimus assomigliano a Raul quelli del Simplex somigliano a Ken il Guerriero. Detto più chiaramente: ai Simplex interessa soltanto aumentare il loro potenziale personale, della gloria, della ricchezza, dello status sociale e del potere politico non gli frega una mazza beata, vanno in giro a stendere chi gli rompe le scatole oppure gli sta antipatico ma non accumulano bottini e non vanno in giro a fondare regni.

Homo Ludens Cōmĭcus
Caratteristiche preferite: dipende da individuo a individuo. Empiricamente ho notato che due sono anomale: una è almeno medio alta, l’altra è almeno medio bassa.
Vantaggi: quelli che gli permettono d’interpretare.
Svantaggi: quelli che gli permettono d’interpretare.
Abilità: strettamente correlate al background del personaggio.

L’Homo Ludens Comicus frequenta tutti i sistemi di gioco ma predilige quei sistemi di gioco che enfatizzano l’interpretazione, altrimeni passa il tempo a sbuffare “Uff! Mi sa che ho sbagliato gioco!”, “Uff! Che intelligenze scarse, lo state riducendo a un videogioco da tavola!” oppure a fare ricerche via internet o bibliotecarie su come caratterizzare meglio il suo personaggio. Gli Homini Ludens Comicii prediligono i sistemi diceless che in teoria dovrebbero essere Gdr in pratica sono l’ultima generazione di lassativi. Un numero preoccupante di loro è affetto da snobismo Gidierristico e dicono che un gioco è commerciale se è giocato da più di cinque persone.

Caratteristica fondamentale dell’ Homo Ludens Cōmĭcus: è privo del senso del ridicolo e spesso anche del senso dell’uomorismo, si prende molto sul serio (circa quanto un critico letterario italiano di grido) se o quando scopre quanto si è coperto di ridicolo dalla prima sessione a quel momento o:
cambia sottospecie,
o si arrabbia moltissimo.
Questi inteligentoni subordinano tutto all’interpretazione, sempre in modo del tutto irragionevole, appartengono a questa genia di furbacchioni i giocatori i cui personaggi trattano con irritante sufficienza il Re dei Nani solo perché stanno interpretando l’elfo o quelli che danno del finocchio al Re degli Elfi solo perché stanno interpretando il nano.

HOMO LOQUAX SIMPLEX (o HOMO LOQUAX ARBITER) volgarmente detto arbitro di gioco.
Non si sa se non bari mai, bari pochissimo oppure bari in modo che i ludens del branco non se ne accorgano, comunque è noto per la sua spiccata onestà.
Lo si ama o lo si odia perché il suo modo di narrare è pedestre ma diligente: aplica tutte le regole e preferisce il materiale ufficiale. Non piace a quei giocatori che vogliono delle storie con un certo respiro narrativo e magari anche epico.
Il brutto del suo stile è che se metti il piede nella stanza sbagliata o fai l’incontro casuale sbagliato sei un uomo morto e non ci sono santi perché se e vero che non “barerà” mai per mettertela nella giacca, è altrettanto vero che non muoverà un solo capello per salvarti.
Compila diligentemente tutte le schede dei PNG e le aggiorna regolarmente.

HOMO LOQUAX OPTIMUS MASSIMUS

Cosa succede quando un Homo Ludens Optimus Massimus si mette a narrare ?
Diventa un Homo Loquax Optimus Massimus.
L’ Homo Loquax Optimus Massimus deve dimostrare che tutti i ludens del suo branco sono «la più bassa forma di vita sulla terra, pezzi amorfi di materia organica anfibia comunemente detta merda.».(da FMJ) Anche l’angolo apparentemente più innoquo della sua ambientazione cela insidie impreviste e mortali.
Non si sbatte troppo a fare i personaggi, le storie o a studiare le regole, impiega tutte le sue energie per uccidere i personaggi e prendere in giro i giocatori che prima o poi lo abbandonano.
Finire nella campagna di uno di questi narratori è come finire nello stomaco di una belva: prima o poi sarai digerito.

Ho osservato tre distinti stili di narrazione di queste bestie:
1) Questo Mondo è marcio: tutta l’ambientazione è una specie di circo e i PG sono i pagliacci (destinati a morire in modo ridicolo o granguignolesco).
2) Nightmer: il nemico finale della campagna è indistruttibile… e prima o poi ti troverà.
3) Al peggio non c’è mai fine: come Nightmer ma l’antagonista viene periodicamente ucciso\sostituito\surclassato da un antagonista più potente e cattivo.

Il tratto peculiare dell’ un Homo Loquax Optimus Massimus (chiamato Stupizord o Scemosauron dai membri del suo branco, ovviamente quando lui non è presente) non è il fatto che ha dei PNG intoccabili (andiamo… tutti noi Narratori ne abbiamo almeno un paio in ogniuna delle nostre campagne) ma il fatto che consideri i giocatori delle suppellettili senza cervello.

Il ludens medio non riesce a sopportarlo per più di un anno in tempo reale a prescindere dalla frequenza degli incontri.

HOMO LOQUAX LOQUAX (volgarmente detto narratore)
Quasi tutti i ludens del suo branco ne parlano male con lo stesso accanimento con cui partecipano alle sessioni di gioco…
Tra tutti i Loquax è quello che riesce a far durare le campagne più a lungo, è l’esatto contrario dell’Homo Ludens Arbiter. Il Loquax Loquax non ignora le regole ma le subordina alla trama della storia che sta narrando.
Alcuni Ludes che si considerano “spiriti liberi” o dotati di una “forte personalità” dicono che si sentono delle comparse nelle epiche trame del Narratore, c’è un fondo di verità in quello che dicono ma di solito questi tizi sono:
1) Scontenti a priori, quando si trovano a giocare con l’Arbiter si lamentano che la storia manca di respiro e che tutto è in mano al caso.
2) Stanno per trasformarsi in Ludens Optimi Massimi… SAPPATE SUBITO O MORIRETE TUTTI.
3) Sono invidiosi perché come narratori fanno pena.
_________________
Le mie regole per lavorare qui sono le stesse che uso per vivere in Messico
Primo: non bere l'acqua.
Secondo: balla fin che non svieni.
Terzo: è tutto contrattabile.
-L'Inserviente.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
sarevok
Assaggiatore di Gurps
Assaggiatore di Gurps


Messaggi: 102
Residenza: Firenze
Nato il: 28/10/1978
GdR Preferito: GURPS
Sesso: Maschio
MessaggioInviato: Sab Apr 17, 2010 10:53    Oggetto: Rispondi citando

adorazione adorazione adorazione adorazione

bellissimo, ci rivedo dei miei ex giocatori
_________________
"se la tua scheda del personaggio è lunga quanto il manuale del giocatore.... potresti essere un Munchkin"

"Burn the heretic.
Kill the mutant.
Purge the unclean."
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
Edmund Annibal Coockhob
Bevitore di Gurps
Bevitore di Gurps


Messaggi: 82

GdR Preferito: GURPS
Sesso: Maschio
MessaggioInviato: Sab Apr 17, 2010 17:38    Oggetto: Rispondi citando

Grazie. ridere
Sono sempre lieto di sentire che è un lavoro divertente ed efficace.
Più o meno tutti i giocatori e gli arbitri che ho incontrato ricadevano in queste tipologie: ho lasciato indietro solo un paio di archetipi che non erano facilmente classificabili e forse non mi sembravano nemmeno poi così divertenti...
Però entro breve potrei anche decidere di rimediare a questa mancanza.
_________________
Le mie regole per lavorare qui sono le stesse che uso per vivere in Messico
Primo: non bere l'acqua.
Secondo: balla fin che non svieni.
Terzo: è tutto contrattabile.
-L'Inserviente.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Edmund Annibal Coockhob
Bevitore di Gurps
Bevitore di Gurps


Messaggi: 82

GdR Preferito: GURPS
Sesso: Maschio
MessaggioInviato: Lun Apr 19, 2010 20:05    Oggetto: Rispondi citando

L’Homo Ludens Economus.

Caratteristiche preferite: la Destrezza perché gli permette di risparmiare punti sulle abilità fisiche che costano più delle mentali. Ma in generale preferisce alzare le caratteristiche quando ha un po' di abilità.
Vantaggi: quelli che non può prendere post creazione.
Svantaggi: quelli che non danno troppi problemi relativamente al personaggio che vuole creare.

Abilità: in genere le prende in catena per sfruttare bonus di sinergia (tipo linguistica che alza le abilità linguistiche) oppure abilità che permettono di fare molti default: un economus non prenderà mai un'abilità sopravvivenza: butterà a palla Naturalistica per avere sopravvivenza in tutti gli habitat col -3.


L’Homo Ludens Economus ha il braccino corto coi punti e cercherà sempre di ottenere la massima resa con la minima spesa. In generale fatica molto a staccarsi dai punti personaggi che ammucchia sulla scheda. Non spende mai un solo punto a casaccio: mai in nessun caso. Se deve aspettare sessioni e sessioni per alzare una caratteristica, un'abilità o aggiungere un vantaggio aspetterà sessioni e sessioni per farlo. Ha un rapporto di amore-odio con gli svantaggi nel senso che gli piacciono perché servono a caratterizzare il personaggio (e dunque a pigliare punti per l'interpretazione) ma li odia perché gli scoccia quando si mettono tra lui e il suo personaggio.
Non gli interessa avere il personaggio potente o con una buona resa, gli interessa solo spendere bene i punti o non spenderli proprio che è meglio.
L'imperativo categorico dell'Homo Ludens Economus è non sprecare i punti, non avere il personaggio più potente o più efficace.
Il personaggio dell'Homo Ludens Simplex ha una due cose in cui eccelle (tipo schivare e localizzare i colpi, oppure vincere i contrasti sensi VS abilità spionistiche, oppure fare un casino di danni con la magia) il personaggio dell'Homo Ludens Economus è medio ma più o meno ha tutti i settori interessanti ai fini della campagna coperti con abilità e vantaggi. I personaggi dell'Homo Ludens Economus non sono capaci di vincere i contrasti quando si trovano di fronte un Simplex nella sua area di specializzazione (e chi ci riuscirebbe?) ma in compenso passano pressoché tutti i tiri semplici.
L'equipaggiamento è un punto dolente... Anche in quello hanno il braccino corto: il Simplex a volte sembra che abbia la borsa di Mery Poppins o uno zaino pieno di bonus; il personaggio economus, al contrario, ha un paio d'armi (una da mischia, l'altra da tiro o da fuoco), un'armatura, uno zaino, cambi di vestiti, provviste, quelle due o tre cose che solo un idiota lascerebbe a casa E BASTA.
_________________
Le mie regole per lavorare qui sono le stesse che uso per vivere in Messico
Primo: non bere l'acqua.
Secondo: balla fin che non svieni.
Terzo: è tutto contrattabile.
-L'Inserviente.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Umorismo Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
Il Progetto PanGURPS è debitore per la sua nascita a Il Nucleo.
Il Forum in cui è nato il Progetto tanto tempo fa: "Gurps e Interpretazione" de Il Nucleo.

 

Copyrights
"GURPS è un marchio registrato della
Steve Jackson Games. Tutti i diritti sono riservati alla SJ Games.
Questo materiale è qui pubblicato in accordo con la
SJ Games online policy. Lunga vita a Steve Jackson!"

"GURPS is a registered trademark of Steve Jackson Games. All rights are reserved to SJ Games.
This material is published here in accordance with the
SJ Games online policy. Long live Steve Jackson!"

Creative Commons License



Powered by phpBB © 2001, 2006 phpBB Group
Allegramente Modificato dal Duca e dai suoi Sgherri
phpbb.it

 

Questo Forum è offerto per voi da Carraronan su Hosting Servage
"All Hail the Duke!"

Altri Siti: Casino Online con Bonus - Carraronan - SteamFantasy